Ferrari Monza SP1 e SP2 – Un sogno per pochissimi fortunati | FOTO

Ferrari Monza SP1 e SP2 – Un sogno per pochissimi fortunati

Monoposto o con due sedili, come le berlinette da corsa che vincevano negli anni ’50.

L’intento della Ferrari è quello di recuperare lo spirito delle “barchette” degli anni ’50 con un tocco di modernità. Le Ferrari SP1 e SP2 differiscono soltanto per il numero di posti a sedere, la prima offre solo un  posto per il guidatore, la seconda può “ospitare” un passeggero.  Le due Monza fanno parte della famiglia di vetture chiamate Icona. Le SP1 e  Sp2 verranno prodotte in meno di 500 esemplari, inoltre possono essere personalizzate nelle tinte e nei materiali.

Interni e Aerodinamica

Gli interni sono personalizzabili a scelta del proprietario. Dalle altre Ferrari sono stati ripresi i comandi al volante, il contagiri con il quadro strumenti e i vari comandi riguardanti la radio, il limitatore di velocità e il climatizzatore automatico alloggiati nel tunnel centrale.  Per risolvere il problema dell’aria che investe il viso, la casa del Cavallino rampante utilizza il Virtual Wind Shield, un sistema brevettato che devia il flusso d’aria grazie ad una palpebra posizionata sopra il quadro strumenti.

Motore e dati tecnici

La struttura portante è realizzata in lega d’alluminio e carbonio. Tutto questo ricopre la meccanica della 812 Superfast. Il motore è un V12 6.5, posizionato nella parte anteriore della vettura, in  grado di erogare  810 CV a 8500 giri con coppia massima di 719 Nm. Il motore delle Monza è  il V12 più potente mai prodotto, 0-100 km/h in 2.9s e una velocità massima superiore a 300 km/h. Il cambio è il fulmineo robotizzato a doppia frizione installato in tutte le Ferrari più recenti. Il peso è veramente ridotto  la Monza SP1 pesa 1500 kg, mentre la SP2 arriva a 1520 kg.

Per averla non basta spendere un milione e seicentomila euro.

SFOGLIA LA GALLERY

Precedente Cambio gomme auto: cosa bisogna sapere

Lascia un commento

*