Autovelox poco visibile: la multa è contestabile

Autovelox poco visibile: multa contestabile

La presenza del cartello stradale che segnala agli automobilisti l’Autovelox non è sufficiente per dare solidità alla multa per eccesso di velocità.

La giurisprudenza ritiene che la presenza dell’autovelox debba essere sempre segnalata con un cartello stradale collocato con adeguato anticipo rispetto all’apparecchio; perciò, l’automobilista non corre il rischio di incappare in un autovelox senza che questo sia stato prima segnalato. Tuttavia, affinché una multa “autovelox” non sia contestabile, non basta la corretta disposizione sulla carreggiata dei vari dispositivi di segnalazione; è necessario anche verificare che l’apparecchio di controllo sia ben visibile.

Con la sentenza n. 25392/2017 viene confermata illegittima la multa per eccesso di velocità laddove l’autovelox sia coperto da vegetazione; quindi posto in una posizione malamente visibile.

> Cerchi un’officina nella tua zona?
Clicca qui per trovarla, è facile e veloce!

La vicenda

Un automobilista, percorrendo con la sua autovettura una strada statale alla velocità di 83 km/h, ha violato il limite massimo consentito di velocità di una strada dotata di autovelox, il quale era stato posto dopo un filare di alberi, quindi coperto dalla vegetazione. Tuttavia, la poca visibilità del dispositivo dalla carreggiata ha decretato l’illegittimità della sanzione disposta al conducente. La sentenza è stata poi confermata dalla Corte di Cassazione, a seguito del ricorso del Comune contro la decisione del Tribunale.

autovelox poco visibile
Photo by: Leggo.it

La sentenza

Nel caso in oggetto, il Tribunale ha accertato che il dispositivo di controllo e la pattuglia non erano ben visibili ai guidatori; benché il cartello di avviso della postazione fosse posto a distanza regolamentare. La Cassazione, inoltre, facendo riferimento anche a un proprio precedente pronunciamento in proposito, ha ricordato come l’art. 142 comma 6 bis C.d.S. specifica che “le postazioni di controllo (…) per il rilevamento della velocità devono essere (…) ben visibili” e ha sottolineato la necessaria visibilità dell’autovelox quale condizione di legittimità dell’accertamento. La Cassazione ha decretato la nullità della sanzione comminata dal Comune, confermando la sentenza del Tribunale. Gli Ermellini sono intervenuti in difesa degli utenti della strada, fornendo una corretta interpretazione delle norme.

 

autovelox poco visibile
Photo by: elexpresso.com

Considerazioni finali

Non esistono modelli prestabiliti circa le modalità con cui il controllo della velocità debba essere segnalato; ad esempio, l’avviso potrebbe contenere solo il testo: “Attenzione, controllo elettronico della velocità”. L’importante è che la segnaletica e l’autovelox siano ben visibili e non coperti o oscurati da elementi visivi.

 

Precedente CONTACHILOMETRI TRUCCATO? LA SOLUZIONE CONTRO LA TRUFFA Successivo VW Golf R Plus - Si va verso i 400 CV!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.