Acqua tergicristalli: gestione e manutenzione

L’acqua tergicristalli è indispensabile per lavare all’occorrenza il parabrezza sia anteriore che posteriore. In molti modelli di vetture è utilizzato anche per la pulizia dei fanali. Quando si usa quotidianamente tende a esaurirsi in fretta e per questo deve essere periodicamente ricaricato. L’operazione di riempimento della vaschetta del liquido lavavetri può essere effettuata anche dai principianti.

>> La tua auto ha bisogno di manutenzione? Clicca qui per chiedere preventivi e valutarli senza impegno!

L’acqua tergicristalli viene utilizzata per la pulizia del parabrezza e del lunotto posteriore, con conseguente rapido esaurimento del liquido. Fondamentale, quindi, è tenere sotto controllo il livello dell’acqua per evitare di dover viaggiare con una visibilità compromessa dallo sporco.

Per il rabbocco dell’acqua tergicristalli, la scelta migliore è quella di acquistare acqua demineralizzata reperibile in qualunque supermercato. Per una pulizia ottimale è consigliabile mescolare l’acqua mineralizzata ad un detergente specifico. Evitare quindi prodotti per la pulizia dei piatti o dei vetri di casa che potrebbero danneggiare il parabrezza.

Come si ricarica il liquido lavavetri?

Prima di ricaricare il liquido bisogna aspettare che il motore sia completamente freddo per evitare scottature. Dopo aver aperto il cofano, cercare la vaschetta lavavetri riconoscibile dal simbolo raffigurante il parabrezza con sopra le gocce d’acqua disegnate sul tappo. Aprire la vaschetta e versare il liquido lavavetri avendo cura di non farlo fuoriuscire. La quantità di liquido necessaria varia a secondo del modello dell’autovettura e da quanto ne è rimasto all’interno.

Acqua tergicristalli
Photo by: Quattroruote

Se l’acqua tergicristalli non dovesse uscire dagli ugelli dedicati, le motivazioni possono essere differenti. Oltre al più grave problema relativo al danneggiamento della pompa dell’acqua uno dei più comuni è l’ostruzione degli stessi ugelli.

Riuscire a pulirli è una operazione semplice ma si deve verificare che il problema sia la loro occlusione. Se, mettendoli in azione, non emettono liquido ma si sente il rumore tipico del motorino, sarete certi che si tratterà di ugelli ostruiti. In questo caso si dovranno rimuovere le parti di sporco presenti sugli stessi tramite una spilla o un ago. Fondamentale è evitare di inserire l’ago in profondità e di esercitare troppa pressione sulla parte posteriore dello spruzzatore.

Se questo metodo non dovesse essere sufficiente, sarà necessario aprire il cofano per procedere alla rimozione del tubo acqua tergicristalli. Occorrerà quindi utilizzare un filo metallico per effettuare la pulizia dei condotti e tornare ad avere un dispositivo che funzioni al meglio.

Qualora il liquido non dovesse uscire dagli ugelli, e questi siano correttamente puliti e la vaschetta piena, potrebbe essere necessario sostituire la pompa acqua tergicristalli.  La pompa liquido tergicristalli è il dispositivo motorizzato che mantiene sotto pressione il liquido presente nella vaschetta e consente di detergere il parabrezza ed il lunotto, uscendo dagli ugelli dedicati. In questo caso si dovrà sostituire anche la guarnizione che si trova fra il serbatoio e la pompa stessa.

Consigli utili:

È buona norma, inoltre, utilizzare un liquido tergicristalli antigelo soprattutto nei periodi invernali. In caso di necessità si può ricorrere all’utilizzo di un bicchiere di alcol denaturato. Naturalmente, per avere un parabrezza sempre pulito non basta solo utilizzare un liquido di qualità ma bisogna anche avere delle accortezze. Una delle cose più importanti da fare periodicamente è quella di sostituire le spazzole dei tergicristalli quando si avvertono dei rumori nel momento in cui sono attivate.

Precedente Aggiornamenti dei pedaggi: solo per ora Successivo Dalla Volkswagen un omaggio alla prima dune buggy